Il dottore e le sue specializzazioni

La chirurgia bariatrica non è una cura universale, ma può contribuire in modo efficace alla perdita di peso in pazienti con obesità grave.

Video-intervento: Bendaggio Gastrico e By Pass Gastrico

Intervista al Dottor. Bellini in tema di Bendaggio Gastrico e By Pass Gastrico,

Clicca qui!

Interventi chirurgici

Ecco le tipologie di intervento eseguite presso la struttura ospedaliera:

• Pallone Intragastrico;

Pallone Intragastrico

Storicamente è stato uno dei primi meccanismi utilizzati per il calo ponderale: ridurre la capacità gastrica e di conseguenza introdurre meno cibo. E’ stato poi abbandonato per le complicanze legate alla scadente tecnologia dei materiali utilizzati. Gli attuali palloni intragastrici sono costruiti con materiali frutto di ricerche approfondite, inerti (silicone rivestito in oro) e scarsamente ulcerogenici. Sono radiologicamente repertabili e sono riempiti con aria o acqua. Sono resistenti all’usura da parte delle secrezioni gastriche (e quindi mantenibili in situ per massimo 6 mesi); il posizionamento e la rimozione avviene per via esclusivamente endoscopica, in sedazione profonda o narcosi.

Il meccanismo d’azione è basato su due momenti: da un lato la presenza nello stomaco di corpo estraneo che occupa spazio, riduce la capacità gastrica, dall’altro la costante occupazione gastrica induce un senso di sazietà (attraverso il nervo vago ai nuclei talamici).

Indispensabile comunque, è associare una dieta appropriata.

I limiti di tale metodica sono legati all’adattamento delle pareti gastriche alla nuova situazione (con una progressiva dilatazione e quindi riduzione degli effetti positivi) e dalle possibili lesioni gastriche legate a fenomeni ischemici da compressione.


Il pallone intragastrico deve comunque essere utilizzato con indicazioni limitate e corrette:

► riduzione parziale di peso in obesità gravi in preparazione ad interventi bariatrici maggiori, per ridurre in parte i rischi chirurgici;


► pazienti con obesità lieve, purché accuratamente selezionati, in cui non vi sono indicazioni alla chirurgia;


► “BAG test”, per la valutazione della complicanze dei pazienti nei confronti dei quali vi è il dubbio di una capacità di gestire una successiva chirurgia restrittiva.

• Bendaggio gastrico;

Bendaggio Gastrico

E’ l’intervento restrittivo per eccellenza.

Consiste nel posizionamento di un “anello regolabile” nella parte alta dello stomaco, impedendo in questo modo il passaggio del cibo se deglutito in fretta o in bocconi grossi.

“Costringe” il portatore di bendaggio ad alimentarsi in modo corretto: bocconi piccoli e ben masticati; questo porta ad una ridotta introduzione di calorie

Le caratteristiche peculiari sono:

- Bassa invasività: eseguito in laparoscopia

- Completa reversibilità: non si eseguono sezioni di organi interni

- Pronta ripresa: dimessi un giorno dopo l’intervento, no rischi di fistole

• Sleeve Gastrectomy/Gastrectomia Verticale;

• By Pass Gastrico;

By Pass Gastrico Laparoscopico

E’ stato per anni il “gold standard” degli interventi bariatrici eseguiti negli Stati Uniti.

Intervento laparoscopico complesso, ma di estrema efficacia. Come dice lo stesso nome, consiste nel bypassare lo stomaco, il duodeno ed il digiuno; pertanto il cibo non transita più nello stomaco, ma si immette direttamente nell’intestino tenue.

Non è un intervento restrittivo puro, ne un intervento malassorbitivo. Non presenta di conseguenza, le complicanze tipiche del bendaggio gastrico né della diversione bilio-pancreatica. Il suo effetto sul calo ponderale si estrinseca attraverso vari meccanismi:

► La capacità gastrica è estremamente ridotta

► Il passaggio diretto del cibo nel tenue determina una sazietà precoce con un effetto simil dumping

► Il mancato transito del cibo nello stomaco riduce l’effetto sull’appetito della Grelina

Lo proponiamo ai pazienti con un BMI >45, oppure >40 se presenza di comorbilità severe.

• Chirurgia del diabete;

Chirurgia del Diabete

MediamenTe il 20-25% dei pazienti obesi sottoposti a By Pass Gastrico sono pazienti con diabete di II tipo. Orbene, l’88% di questi pazienti guariva dalla malattia e la restante percentuale migliorava drasticamente il controllo della malattia stessa.

Si è pensato pertanto di trasferire questo intervento sui pazienti non francamente obesi (BMI 30-35), ma diabetici di II tipo con difficile controllo della malattia.

In Italia è partito uno studio sperimentale randomizzato, coordinato dall’Università di Genova, a cui partecipano i centri con le maggiori casistiche e dove lo studio sperimentale è stato approvato dal Comitato Etico Aziendale.

L’Azienda Ospedaliera di Desenzano Partecipa a questo studio*.

I criteri di selezione sono:
• Diabete di II tipo da più di 5 anni
• Emoglobina glicata >8
• Assenza di anticorpi anti insula
• C peptide > 1
• BMI >30 e <35

* Gli altri centri che partecipano allo studio:
- Genova – Ospedale S. Martino
- Pisa - P.O. S. Chiara
- Pordenone – A.O. “S. Maria Degli Angeli”
- Sesto S. Giovanni (MI) – IRCSS Multimedica
- Rozzano – IRCSS Istituto Clinico Humanitas
- Genova – E.O. Ospedale Galliera
- Catania – A.O.Garibaldi
- Termoli (CB) – A.S.R. Molise Ospedale S. Timoteo
- Roma – Chirurgia 2 – P.U. “Agostino Gemelli”

• Conversione/revisione da altri interventi;

• Chirurgia laparoscopica avanzata;

• .Cura dell'Obesità

 

Chirurgia Laparoscopica avanzata

- Ernia iatale
- Malattia da reflusso (MRGE)
- Ernie inguinali recidive o bilaterali
- Patologie maligne e benigne del colon

FAQ

Domande e risposte sugli interventi gastrici, con tante credenze da sfatare ed errori da evitare.

Scopri il Social Network

sulla chirurgia dell'obesità!

Scarica il depliant:

Calcola il tuo BMI

Altezza     cm
Peso     kg
    
IMC (BMI)    
Risultato     

 

Sei adatto alla Chirurgia Bariatrica?

Scoprilo ora Cliccando qui!!!

 

BELLINI DR. FABRIZIO | SNC, Via - 25015 Desenzano Del Garda (BS) - Italia | P.I. 02022620161 | Cell. +39 333 3505405 | vblbe@tin.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy